marystar apre il suo youtube

la ministra unica si sforza di apparire ggiovane e apre il suo youtube….28 secondi di video sono un po’ pochini.
intanto per chi volesse, si legga questo articolo
tratto da il manifesto 5/12/2008
UNIVERSITÀ VIDEO DEBUTTO
Il ministro apre un «confronto». Diffidenti gli studenti: «Ammettilo, sei la Cortellesi»
Gelmini spot su YouTube
Un pomeriggio davanti al computer per
seguire la ministra dell’Istruzione che dialoga con i giovani. Ma
«Marystar» compare solo con un videomessaggio e non risponde alle
domande, i messaggi «cattivi» vengono censurati e solo uno sfugge:
«Perché si è laureata in Calabria?». La Rete degli studenti accusa:
«Doveva incontrarci di persona»
Stefano Milani
Maglioncino color ciclamino con collo a
dolcevita. Postura informale, in piedi appoggiata sulla sua (ordinata)
scrivania. Mani giunte e un sorriso rassicurante. Si presenta così «la
nuova Edwige Fenech» come viene idealizzata da Davideddu73,
fantasticando magari un remake del film cult L’Insegnante. Nello sfondo
fa capolino un ficus benjamin che fa molto ufficio del megadirettore
galattico di fantozziana memoria. Sul tavolo diversi fogli, la mazzetta
dei quotidiani e perfino un melograno. E un monitor fermo sulla
homepage di google. Nessun tarocco stavolta, anche se a qualcuno sorge
un dubbio: «E’ uno scherzo vero? Ammettilo, sei la Cortellesi». Ed
invece no, è proprio l’originale: il ministro Gelmini in carne, file ed
ossa. Ora, basta cliccare sul triangolino al centro dello schermo e
via, il fermo immagine prende vita: «Ho deciso di aprire un canale su
YouTube – dice la ministra unica – perché (e non “perchè” come
erroneamente si legge nel virgolettato a fianco al video, l’accento è
acuto non grave, ndr) intendo confrontarmi con voi sulla Scuola e
sull’Università. Voglio accogliere idee, progetti, proposte, anche
critiche. Una cosa però non farò mai: quella di difendere lo status quo
o di arrendermi ai privilegi o agli sprechi. Dobbiamo avere il coraggio
di cambiare e lo dobbiamo fare insieme».
Linguaggio “giovane” per un
pubblico “giovane”: gli studenti. Che studiano e smanettano su Internet
e che tra un video musicale e uno sportivo da ieri possono imbattersi
nella pagina personale del ministro Gelmini accettando il «confronto».
Quello che Marystar (così è già stata ribattezzata in rete) ha sempre
negato e che ora apre ma con le dovute distanze, attraverso il
mirabolante mondo virtuale. «Ci chiediamo come mai – fa notare a
proposito la Rete degli studenti – la Gelmini non abbia mai ascoltato
gli studenti scesi a migliaia nelle piazze in questi mesi, chiedendo
proprio quello che lei stessa dice di voler fare: cambiare la scuola,
superare lo status quo ed eliminare gli sprechi». Il ministro invece,
prosegue la Rete, «ha sempre scelto di non ascoltare nessuno, andando
avanti nel progetto di Tremonti di fare della scuola una voce su cui
risparmiare per far quadrare i conti».
Lo spazio web
(www.youtube.it/mariastellagelmini) risulta essere registrato il 6
maggio scorso, pochi giorni dopo l’insediamento a viale Trastevere e
ben prima di maestri unici, grembiuli obbligatori e sei in condotta, ma
è andato online solamente ieri. E fin da subito è stato preso d’assalto
da centinaia di messaggi non tutti benevoli, e i più “cattivi” sono
stati «censurati» denunciano molti internauti che non si sono visti
pubblicare i loro post «dissidenti». Per tutti gli altri «cercherò di
rispondere», giura il ministro.
Cominciamo allora: «Come mai in
Francia l’Università costa 200 euro l’anno di iscrizione (a cui molti
studenti devono comunque aggiungerne altrettanti 200 di sicurezza
sociale) mentre in Italia ne costa 1500 euro di media?» si domanda
generazioneerasmus. E tra un insulto e un complimento c’è chi, come
Lantenengogirl, chiede: «Cambiare cosa? Tagliare insegnanti e risorse
nell’istruzione primaria, che anche nelle statistiche Ocse brillava
rispetto a tutto il sistema scolastico italiano, vi sembra un
cambiamento positivo?». Va più sul personale Vpervendettass: «Ministra
gentilmente ci vorrebbe spiegare come mai la sua laurea è stata
conseguita in Calabria?». Le risposte, forse, al prossimo
videomessaggio di Marystar.
Annunci

2 risposte a “marystar apre il suo youtube

  1. Secondo me è l’ennesimo tentativo di illuderci con belle parole e pochi fatti.

  2. Grazie Carolina per il dono della sintesi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...